Loading
mano maschile che apre la porta di un frigorifero azzurro in stile retrò

Frigorifero sempre in ordine e pulito con i nostri consigli

Fai di tutto per preparare dei piatti gustosissimi: provi ricette nuove, acquisti le migliori pentole e padelle, fai una spesa stagionale e a chilometri zero. Poi però c’è qualcosa che stona. Un leggero gusto acidulo nella verdura appena acquistata, un odorino sgradevole quando apri il frigorifero o quel piatto che avevi preparato in anticipo che non si è conservato come volevi.

Il frigorifero è il fedele guardiano della freschezza e in cucina è molto più di un semplice elettrodomestico.

Per essere un vero alleato, però, dev’essere sempre al top della forma. Mantenerlo pulito e organizzato non è solo una questione di estetica, ma una vera necessità: ecco i nostri consigli!

Perché la pulizia del frigorifero è importante?

Pensaci: il frigorifero lavora 24 ore su 24 per conservare i tuoi alimenti, crudi o cotti che siano.

Ma un frigorifero sporco e disorganizzato può trasformarsi in un incubo di inefficienze e pericoli per la salute. Briciole, liquidi versati, alimenti che hanno passato la scadenza e residui di cibo possono diventare terreno fertile per batteri e muffe.

Inoltre, un frigo disordinato rende più difficile mantenere la temperatura ideale, spingendo il povero elettrodomestico a lavorare più del necessario, con il rischio di aumentare i consumi energetici e usurarsi molto più velocemente.

Ogni quanto va pulito il frigorifero?

La frequenza ideale di pulizia varia a seconda dell’uso, ma un buon ritmo da mantenere è quello di una pulizia ordinaria una volta al mese e una pulizia profonda almeno due volte all’anno.

Come pulire alla perfezione il frigo

Inizia rimuovendo tutto il cibo e riponendolo in alcune borse frigo. Disconnetti quindi il frigorifero dalla corrente, per lavorare in totale sicurezza.

Per le superfici interne, usa una soluzione di acqua calda e bicarbonato oppure di acqua calda e aceto: farà miracoli contro i cibi incrostati e rimuoverà gli odori, senza rilasciare sostanze chimiche. Fai lo stesso anche per le guarnizioni. Non trascurare la pulizia esterna e la parte posteriore, dove la polvere accumulata potrebbe impedire la corretta ventilazione.

Passa quindi ai piani e agli accessori: puliscili a fondo con acqua e detersivo, e asciugali bene prima di riporli nuovamente all’interno del frigorifero.

Come organizzare il frigorifero

Ogni zona del frigorifero ha una sua specifica temperatura, ideale per tipi diversi di alimenti.

  • Parte alta del frigorifero: qui la temperatura è più costante e leggermente più fresca. È l’ideale per conservare latte, yogurt, formaggi e altri latticini, oltre agli affettati e ai cibi già cotti che necessitano di essere conservati a temperature fredde ma non gelide.
  • Ripiani intermedi: sono perfetti per i prodotti che non richiedono il freddo più intenso, come salumi aperti, uova e alcuni tipi di dessert.
  • Parte bassa: è la zona più fredda del frigorifero e dovrebbe essere riservata a carne, pesce e pollame crudi.

Organizzare il frigorifero è un’attività che richiede costanza. Prendi l’abitudine di verificare l’ordine ogni volta che fai la spesa, inserendo i nuovi acquisti in base alle loro scadenze!