Loading
stile Francese

Guida alla mise en place: stile Inglese e Francese

Lo stile inglese e quello francese sono le più note modalità di apparecchiatura, due diverse interpretazioni dell’eleganza e del protocollo a tavola.

Conoscerne le differenze può arricchire significativamente la nostra esperienza conviviale.

Ecco, quindi, una piccola guida che esplora le caratteristiche che distinguono ciascuno stile, per imparare a preparare la tavola e ricevere al meglio i nostri ospiti, fornendo dettagli su come posizionare bicchieri, posate e tovaglioli per ciascun tipo di apparecchiatura, con uno sguardo all’etichetta, ma ricordandoci sempre che l’obiettivo è quello di far sentire tutti a proprio agio.

I piatti utilizzati per queste due eleganti mise en place sono del servizio Eloise della Linea Olimpia di Tognana.

Un servizio di piatti da 18 pezzi, dall’eleganza senza tempo, in porcellana bianca decorata da delicati decori floreali in tonalità verde.

Sono piatti perfetti quando si vuole una tavola apparecchiata con gusto, stile e raffinatezza.

Apparecchiatura all’inglese

L’apparecchiatura all’inglese è quella più diffusa in occidente, detta anche all’italiana. È quella che siamo più soliti usare nelle nostre case e che troviamo normalmente anche nei ristoranti.

Segue regole ben definite, che mirano a creare un’esperienza elegante e funzionale. Vediamo nei dettagli quali sono le sue caratteristiche.

Tovaglia e tovaglioli

In questo tipo di apparecchiatura è ben accetta la tovaglia, ma anche le tovagliette e i runner sono accettati.

I tovaglioli devono essere di stoffa e vanno posizionati a sinistra. Questo avviene per creare un equilibrio con le posate e i bicchieri, ma soprattutto per un discorso pratico: il tovagliolo a sinistra, infatti, può essere facilmente preso per un lembo con la mano destra e, con un solo e semplice gesto, si riesce ad aprirlo e appoggiarlo sulle gambe.

apparecchiatura inglese piatti Eloise
Apparecchiatura in stile inglese con il servizio di piatti Eloise della Linea Olimpia

Posate

Vanno posizionate attorno al piatto nell’ordine in cui verranno utilizzate, partendo dall’esterno verso il piatto stesso.

A sinistra si posizionano le forchette, più esterna quella da antipasto e più interna quella da pasto.

A destra si dispongono i coltelli, con il filo rivolto verso il piatto. Se è previsto un cucchiaio, ad esempio per una zuppa, lo si metterà alla destra del coltello. Se verrà servito anche un antipasto che prevede una coltello, si posizionerà ancora più all’esterno in quanto verrà utilizzato per primo.

Le forchette hanno i rebbi verso alto e il cucchiaio ha la conca appoggiata al tavolo.  

Le posate da dessert (cucchiaio e forchettina) o quelle da frutta (coltello e forchetta) si trovano al di sopra del piatto, in posizione orizzontale e posizionate con i manici sui lati con cui si prendono.

La mise in place più moderna prevede che queste posate vengano portate solo al momento del dolce, prediligendo una tavola più semplice, se non altro nelle occasioni non troppo formali. 

Bicchieri e calici

I bicchieri vanno raggruppati in alto a destra rispetto al piatto. Il bicchiere più vicino si trova allineato alle posate e poi i calici per il vino, bianco e rosso, sono sistemati in progressione di utilizzo lungo una linea diagonale.

I bicchieri di questa mise en place sono in vetro trasparente della Linea Camy di Andrea Fontebasso. Sono impreziositi da una serie di scanalature a rilievo, sposando così funzionalità ed estetica. Trovi anche nello shop online sia i calici da 520 cc che i bicchieri.

Apparecchiatura alla francese

L’apparecchiatura alla francese è un po’ più ricercata, ma pur mantenendo un certo grado di formalità l’enfasi è, comunque, posta sulla bellezza e sull’eleganza visiva. 

Vediamo anche qui i dettagli dell’apparecchiatura.

apparecchiatura inglese piatti Eloise

Tovaglia e tovaglioli

La tovaglia è d’obbligo ed è sempre una buona abitudine coprire prima il tavolo con un mollettone. Questo offrirà comodità ai tuoi ospiti quando poggeranno le braccia sul tavolo, oltre ad attutire il rumore quando appoggeranno le posate.

Il tovagliolo, nella mise en place alla francese, va posizionato alla destra del posto tavola. 

Posate

La disposizione delle posate è uno dei tratti distintivi di questa mise en place.

Le forchette hanno infatti i rebbi rivolti verso il basso e il cucchiaio ha la parte concava verso l’alto. La ragione è storica: questa disposizione era funzionale nel mostrare lo stemma nobiliare inciso sul retro dell’impugnatura.

In realtà questo vezzo è di origine italiana; fu introdotto da Caterina de’ Medici – moglie di Enrico II di Francia – che i francesi con disprezzo chiamavano “la mercantessa”, per i suoi natali borghesi.

La regina Caterina decise che fosse giunto il tempo di portare le buone maniere anche alla corte di Francia e a tavola. Fu lei che, oltre alla suddivisione delle portate, introdusse la forchetta nella corte francese, dove al tempo si mangiava con cucchiaio, coltello e mani.

Questa particolare apparecchiatura, affinatesi nei tempi, è diventata un modello per le Reali Case di tutta Europa, dell’aristocrazia e dell’alta borghesia.

Bicchieri e calici

L’altra importante particolarità della mise en palce alla francese sta nella disposizione dei bicchieri. In questo caso i calici sono allineati orizzontalmente oltre il bordo superiore del piatto; quelli da vino sono disposti in ordine di utilizzo, come da menu, partendo da destra e spostandosi verso sinistra. 

Complementi per tavole eleganti, in stile inglese e francese

Una mise en place curata è una forma di attenzione che rivolgiamo ai nostri ospiti, che sicuramente apprezzeranno l’estetica quanto le preparazioni che porterai a tavola.

Cerca di creare sempre un’armonia tra tutti gli elementi anche se aggiungi altri complementi alla tavola.

In una mise en place elegante, che sia in stile inglese o francese, puoi aggiungere sicuramente un sottopiatto per dare un tocco raffinato, arricchendola con un colore o un materiale particolare.

Con questo servizio di piatti puoi abbinare il sottopiatto della Linea Radial in polipropilene verde, da 33 centimetri, che puoi vedere qui nello shop di Tognana.

candelabro classy
candelabro a tre bracci della Linea Galassia Classy di Andrea Fontebasso

Un altro complemento che puoi usare per impreziosire la tua tavola è un bel candelabro, un accessorio sempre molto ricercato che renderà speciale la tua cena o particolarmente romantica una serata a due.

A questa tavola sono adatti i candelabri a tre bracci della Linea Galassia Classy di Andrea Fontebasso: riprendono le linee dei candelabri più classici ma sono proposti in chiave più moderna, essendo realizzati in vetro borosilicato trasparente.

Questo che vedi nella foto ha un’altezza di 20 centimetri, ma sono disponibili altri due modelli da 29 centimetri e da 33 centimetri.

Conoscere le differenze tra l’apparecchiatura alla inglese e quella alla francese permette di adattare lo stile della tavola all’occasione e alle aspettative degli ospiti.

Scegliere lo stile più adatto non solo renderà i pasti più piacevoli, ma anche dimostrerà attenzione e rispetto per le tradizioni culinarie, contribuendo a creare un’atmosfera memorabile per tutti i presenti.